Perchè ritorno alle origini? Beh, la Patatini (nomignolo della mia prima figlia) ha compiuto i sei anni e l’anno della liberazione dai pannolini è stato il 2015. Durante una settimana di ferie alle porte della stagione estiva c’è stato il miracolo, ossia la signorina ha iniziato a farla direttamente sul WC, ovviamente dopo alcuni pochissimi incidenti di percorso. Ma in previsione di ciò avevo attrezzato il divano di traversine e mandato in soffitta il tappeto del salotto fino a tempi più sicuri.

Fu così che nel giro di pochissimi mesi dimenticammo il significato della parola pannolini e mandammo in pensione il fasciatoio. Giuro, prima della fine dell’anno sembrava che fossero passati decenni dall’ultimo cambio.

E poi un paio di mesi fa è arrivato Mr. Potato (si, pare che in famiglia abbiamo una predilezione per le patate) ed è stato come tornare in sella: il cambio pannolini è una cosa che non si dimentica. Già dopo le prime settimane sognavo con impazienza (si, come no!) il momento in cui mi sarei trovata a cambiare body e tutine causa terribili fuoriuscite paragonabili ad uno tsunami. C’era solo un piccolissimo particolare in più rispetto alla Patatini: Mr. Potato è dotato di un idrante a cielo aperto! Non vi dico le urla di disperazione tutte le volte che si liberava felice all’aria aperta innaffiando talvolta fasciatoio e mobile del bagno, altre volte i suoi vestiti (e questo soprattutto di notte ovviamente). Per fortuna col tempo si imparano le astuzie per rendere il cambio dei pannolini più veloce e sicuro possibile, anche se non lo sarà mai al 100%.

Così ho dovuto aprire i cassetti della memoria per ricordare quali erano i pannolini che usavo (un aspetto positivo del secondo figlio: molte cose le hai già provate col primo quindi ora vivi di rendita) e ricordare come funziona con le taglie, come liberarsene, etc….

Sarò banale ma la marca che ho sempre preferito sono i Pampers, ovviamente dopo aver provato altri tipi di pannolini, più precisamente i Progressi all’inizio e poi i Baby Dry. I Progressi sono quelli a mio parere con il maggior potere assorbente, in più sono fatti in modo da contenere la pupù liquida dei neonati, hanno l’indicatore del livello di pipì e, sigh, sono anche i più costosi. I Baby Dry invece sono più economici e li trovo ottimi a partire dai mesi seguenti lo svezzamento, tengono bene la notte ma lasciano trapelare di più l’odore di pipì.

Purtroppo sappiamo tutti che i pannolini sono una bella spesa, soprattutto se hai in casa una fabbrica di pupú come Mr. Potato che mangia tanto e ti sorride soddisfatto e poi zac! Si concentra e prrrrrrrr tante belle pupú! E tu madre, che ti senti in colpa a lasciarlo col sederino sporco anche solo un minuto di più, corri subito a cambiarlo. E dieci minuti dopo lui si concentra di nuovo e zac! Un’altra pupú….

Quindi, a parte le settimane iniziali in cui ho beneficiato di una splendida torta di pannolini regalatami dalle mie cognate (devo ricordarmi di fare un post apposito perchè è un’idea regalo veramente utile), ho dovuto cercare un modo per risparmiare. Ricordo che ai tempi della Patatini acquistavo pannolini Pampers on line sul sito tedesco www.windeln.de che ha dei prezzi veramente buoni rispetto ai nostri e, per usufruire del risparmio senza bruciarlo con le spese di trasporto che sono di oltre € 12, facevo un ordine cumulativo per me e altre mamme.

Sfortuna vuole che adesso non abbia modo di fare gruppo, quindi sono andata in cerca sul mio sito di riferimento preferito: Amazon! E così ho scoperto il servizio “Iscriviti e Risparmia” grazie al quale si può scegliere un prodotto da ordinare ripetutamente con uno sconto dedicato. E in questa fascia troviamo anche i pannolini Pampers, sia Progressi che Baby Dry nei pacchi convenienza (quelli che dovrebbero durare un mese per capirci).

Come fare? Basta semplicemente entrare nella pagina dell’articolo di vostro interesse e scegliere l’opzione Iscriviti e Risparmia, così apparirà il calendario delle spedizioni ripetitive (fino a sette) con il prezzo scontato (fino al 10% se si sceglie di ricevere oltre le tre spedizioni). Si può scegliere anche la frequenza, ad esempio ogni mese, ogni due e così via. Infine, per chi è abbonato Prime, c’è un ulteriore sconto del 15% sulla prima spedizione. Non ci sono spese di trasporto e si può cancellare l’iscrizione al servizio in qualsiasi momento. Iscriviti e Risparmia è valido anche per altri prodotti.

Niente male, no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *